provided by artoffer.com · English

waldraut hool-wolf Galerie

163 / 209 Werke

Öl auf Holz 3D
Je nach Licht Einfluss verändern & reflektieren die Farben

Verfügbarkeit:
Verkauft
Grösse:
60 x 80 cm
Technik:
Oel
Medium:
Holz
Kategorie:
Malerei
Kommentare
ART JOURNAL / Marzo 2005 Bimestrale d’arte cultura informazione
EMOTION IN MONTION ALL’IRLANDESE DE FRINSE IL PREMIO ERCOLE D’ESTE
“Emozioni in divenire” con piü di trenta artisti provenienti da ogni parte del mondo al Castello Estense di Ferrara.
Nelle sale dell”Imbarcadero del Castello Estense di Ferrara, is è tenuta a fine mazo, la mostra internazionale “Emotions in motion/Emozioni in Divenire”, curatta da Paola Trevisan con il contributo critico di Valerio Grimaldi che l”ha ufficialmente aperta davanti ad un pubblico numeroso, attento e competente. Durante l”inaugurazione, la Giuria ha assegnato il Premio Ercole d’Este all’artista irlandese Liam Breandàn De Frinse, autore di un’installazione di 32 quadri profondamente correlati allo spirito, alla storia e alla musica del suo Paese; la stessa sera è stato anche conferito il Premio alla Carriera a Sergio Luzzi, autore di una singolare carriera e produzione artistica. mentre la Fondazione ArteXArte ha premiato con una traga Rosa Ruscoino, autrice di appassionati. mediterranei tramonti e di soli che rotolano verso l’imbrunire della notte. All’interno della Rassegna, che ha visto esporre piu di trenta artisti italiani e stranieri provenienti da tutto il mondo si è creato un vivacissimo scambio culturale ed artistico e sono emersi svariati tipi di ricerca; quella astratta ed informale che trae la massima ispirazione dall’efficacia espressiva del segno, del colore, della materia pittorica ma anche quella figurativa, secondo l’ultimo naturalismo arcane - liana, quella fotografica, presente con sorprendenti sintesi implosive di bianco e nero e dalla magiche evocazioni e, infine, quella scultorea rappresentata da autori molto diversi fra loro ma che all’interno dell’Imbarcadero hanno saputo creare un affascinante dialogo di profili, di materiali e di purezze formali. I curatori della mostra hanno sottolineato con soddisfazione l’adesione di un significativo numero di artisti stranieri che hanno fatto propria la tematica proposta dalla manifestazione, dimostrando come l’emotivitä sia ancora, in arte, motivo di fascino e di ispirazione. Lo scenario scelto per questa Rassegna, le splendide e suggestive “Sale dell’Imbarcadero” dello storico Castello di Ferrara, ha richiamato l’attenzione e L’interesse di tutti coloro che vivono e praticano il mondo della arti visive, rivelando come “Emotions in Motion” abbia saputo caratterizzarsi al di fuori dei consueti schemi della rasse-gna dal profilo tradizionale, tendendo sia all’aspetto culturale che a quello di mercato. “Emotions in Motion”, come ha affermato Valerio Grimaldi, è la prima stazione di un lungo viaggio in cui gli artisti espositori, ci hanno ricordato, come scriveva Paul Klee, che “l’arte non riproduce ciò che è visibile, ma rende visibile ciò che non sempre lo è”
(BIMESTRALE D’ARTE CULTURA, INFORMAZIONE -ANNO 3- NUMERO 3 (10) MAGGIO – GIUGNO 2005)
von waldraut hool- wolf
Kommentar schreiben
Dieses Feld muss ausgefüllt werden.
Dieses Feld muss ausgefüllt werden.
Dieses Feld muss ausgefüllt werden.
Dieses Feld muss ausgefüllt werden.
Geben Sie bitte eine gültige E-Mail Adresse ein.